UKAD chiude l'indagine sulla jiffy bag di Wiggins

Sommario:

UKAD chiude l'indagine sulla jiffy bag di Wiggins
UKAD chiude l'indagine sulla jiffy bag di Wiggins

Video: UKAD chiude l'indagine sulla jiffy bag di Wiggins

Video: UKAD chiude l'indagine sulla jiffy bag di Wiggins
Video: What does 100% me mean to you? 2023, Dicembre
Anonim

UKAD afferma che non verranno emesse accuse antidoping per il controverso pacchetto

UKAD ha ufficialmente chiuso le indagini sul pacco ricevuto dal Team Sky per uso medicinale da Bradley Wiggins durante il Criterium du Dauphine nel 2011, noto informalmente come 'borsa rapida', concludendo che l'organismo antidoping non è in grado di per confutare l'affermazione del Team Sky secondo cui conteneva il decongestionante Fluimicil.

La "borsa Jiffy" era circondata da speculazioni e preoccupazioni sul suo possibile contenuto. È stato inviato personalmente da Simon Cope, l'allenatore della squadra femminile della British Cycling, dal quartier generale della British Cycling a Manchester fino al traguardo del Criterium du Dauphine a Chatel. Cope ha affermato di non essere a conoscenza del contenuto del pacco.

Mentre il medico del Team Sky, il dottor Richard Freeman, affermava che si trattava di un decongestionante legale chiamato Fluimicil, né la squadra né la British Cycling avevano cartelle cliniche sufficienti per verificare completamente questo account.

I commentatori hanno anche sottolineato che mentre il medicinale è stato acquistato dalla Svizzera e poi spedito tramite corriere da Manchester, sarebbe stato disponibile per l'acquisto nell'area dell'arrivo del Dauphine in Francia.

"Nonostante gli sforzi molto significativi da parte dell'UKAD, l'UKAD non è in grado di confermare o confutare l'account secondo cui il pacco consegnato al Team Sky conteneva Fluimucil", si legge nella dichiarazione. 'Ne consegue che l'UKAD non intende emettere alcuna accusa antidoping in relazione al pacchetto.'

'Come per tutte le indagini, l'UKAD potrebbe riesaminare la questione se dovessero venire alla luce informazioni nuove e sostanziali. In caso contrario, tuttavia, l'UKAD ha ora esaurito tutte le possibilità investigative a sua disposizione in questa fase e pertanto non sta perseguendo attivamente ulteriori linee di indagine in relazione al pacchetto.'

Le indagini sono state ostacolate

Tuttavia, c'è stata una forte nota di delusione nella difesa offerta da British Cycling e Team Sky da Nicola Sapstead, amministratore delegato di UKAD, "La nostra indagine è stata ostacolata dalla mancanza di cartelle cliniche accurate disponibili presso British Cycling. Questa è una preoccupazione seria", ha detto.

'Come parte delle loro condizioni per ricevere finanziamenti pubblici dallo sport del Regno Unito e da altri consigli sportivi del paese di origine, tutti gli organi di governo dello sport devono rispettare la politica antidoping nazionale del Regno Unito.'

Ha anche toccato ciò che molti hanno percepito come una preoccupante sovrapposizione tra il Team Sky e le operazioni di British Cycling. 'In questo caso la questione è stata ulteriormente complicata dall'incrocio tra il personale della British Cycling e del Team Sky.'

British Cycling ha risposto con la propria dichiarazione, ammettendo di non essere all' altezza. "I risultati dell'UKAD rappresentano un'organizzazione e una cultura che, nonostante sia stata presentata sulla scena mondiale, non ha soddisfatto gli standard elevati a cui si attiene oggi la British Cycling", ha affermato Julie Harrington, amministratore delegato di British Cycling.

"British Cycling ha implementato una serie di modifiche significative alla gestione dei nostri servizi medici per la squadra di ciclismo della Gran Bretagna a seguito di una revisione avviata a marzo dal presidente Jonathan Browning, poco dopo la sua nomina", ha continuato.

British Cycling ha difeso il suo legame con il Team Sky come 'una forza positiva per il ciclismo in questo paese'. Tuttavia Harrington ha accettato che "il rapporto tra British Cycling e il Team Sky si è sviluppato rapidamente e di conseguenza, a volte, ha portato all'offuscamento dei confini tra i due".

Indagine da parte di GMC

Mentre l'UKAD ha chiuso le sue indagini, ha consegnato le sue prove al Consiglio medico generale, che continuerà a indagare sulla condotta del personale medico coinvolto nell'indagine dell'UKAD. "Rileviamo che l'UKAD ha riferito le informazioni derivanti dalla sua indagine al Consiglio medico generale e offriamo loro la nostra sincera collaborazione", ha affermato Harrington.

Il dottor Richard Freeman non si è presentato alla commissione parlamentare ristretta per la cultura, i media e lo sport che stava indagando sullo scandalo del jiffy bag a causa delle cattive condizioni di salute.

Prove che potrebbero aver aiutato a dimostrare che il pacchetto conteneva effettivamente Fluimicil è stato perso da Freeman, poiché le sue cartelle cliniche erano conservate su un laptop che, secondo lui, era stato rubato durante una vacanza in Grecia.

Il dottor Freeman e il Team Sky erano anche sotto pressione per spiegare perché i negozi di medicinali del National Cycling Center di Manchester contenevano grandi quantità di triamcinolone, un corticosteroide bandito dalle competizioni, e anche perché il centro aveva ricevuto la consegna di cerotti al testosterone.

Il dottor Freeman si è dimesso dalla British Cycling in ottobre, adducendo come motivo la sua cattiva salute.

Consigliato: